Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Verbale Assemblea dei Soci 8 giugno 2010

L’anno 2010 il giorno 08 del mese di Giugno alle ore 10.00 si è riunita l’assemblea degli associati, in
prima convocazione, della Associazione Forum Italiano Calce. L’assemblea è stata convocata presso i
locali di Via Tiarini 22 a Bologna.
Questo l’ordine del giorno:

 

1. Approvazione bilancio consuntivo anno 2009 e atti correlati;
2. Ammissione soci anno 2010;
3. Variazione Statuto dell’Associazione;
4. Varie ed eventuali.
Il Presidente dell’Associazione, Andrea Rattazzi, prende la parola per ringraziare i soci intervenuti
all’Assemblea. Si dice molto soddisfatto dell’operato dell’Associazione nell’ultimo periodo e parla
soprattutto dei passi in avanti fatti in termine di immagine. Parla della crescita del numero dei visitatori
del sito internet, giunto circa a 100.000 visitatori.
Prende poi la parola la Segreteria Francesca Amato per illustrare i punti all’ordine del giorno.
1) Approvazione bilancio consuntivo anno 2009 e atti correlati
La prima azione che si chiede di fare è quella di prendere visione del bilancio. A tal proposito vengono
illustrate le entrate e le uscite e si sottolinea la notevole crescita rispetto all’anno precedente.
L’Assemblea chiede qualche dettaglio di spesa e poi procede con l’approvare il bilancio e gli atti ad esso
correlati.
2) Ammissioni soci anno 2010
La Segretaria presenta l’elenco dei nuovi interessati a far parte del Forum Italiano Calce, che nei mesi da
gennaio a giugno 2010 hanno chiesto di diventarne soci. L’Assemblea procede con l’accettazione della
loro richiesta e quindi con la loro ammissione.
3) Variazione Statuto dell’Associazione
La Segretaria illustra le variazioni a carico dello Statuto, già visionate dal precedente Consiglio
Direttivo. Francesca Amato spiega che si tratta di variazioni per lo più formali che sostanziali, che
rispondono alla necessità di adeguarsi alla terminologia proposta dalla Agenzia delle Entrate per gli
Statuti delle Associazioni. Si tratta di piccole variazioni relative a tre/quattro articoli dello Statuto, che
l’Assemblea, presane visione, accetta e ratifica.
4) Varie ed eventuali.
Si chiede poi ai soci di avanzare ipotesi su alcune discussioni da inserire nelle Varie ed eventuali. Alcuni
chiedono che si faccia un breve riepilogo delle attività in previsione. E il Presidente illustra date e
appuntamenti previsti per il periodo giugno-dicembre 2010. Ci si sofferma in particolare sul prossimo
convegno, il ConvegnoCalce2010, che si terrà a Lecce, e si prospetta l’idea di variare il metodo per la
scelta dei relatori e di passare dall’invito di questi ad un call for papers aperto a chiunque voglia
partecipare. L’Assemblea è d’accordo. La Segreteria prende nota e si propone di preparare il call for
papers entro l’interruzione estiva.
Il vicepresidente ricorda all’Assemblea che a breve bisognerà votare per il nuovo Presidente e per i
membri del Consiglio Direttivo. Si apre quindi una discussione sulla procedura da impiegare per le
votazioni. Si decide che esse verranno effettuate in concomitanza con l’Assemblea che si svolgerà in
occasione del ConvegnoCalce2010 a Lecce e verranno fatte distribuendo delle apposite schede. Si
argomenta, poi, su come organizzare le candidature. Si prospettano le varie soluzioni possibili (creare
delle liste, aprire delle candidature per email con mesi di preavviso oppure fare delle candidature
estemporanee in occasione delle votazioni), si valutano gli svantaggi e i vantaggi e poi si raggiunge
l’idea comune, che consiste: nell’annunciare l’apertura delle candidature prima a settembre, nel
raccogliere tramite mail le candidature, nel pubblicare sul sito dell’Associazione tali candidature circa
venti giorni prima del convegno.
L’Assemblea, inoltre, si preoccupa di stilare una sorta di linee guida per chi voglia candidarsi. Questi
dovranno, infatti:
- inviare un CV;
- redarre una lettera motivazionale, in cui esplicitare l’impegno finora svolto per l’Associazione e
quale si intende per il futuro;
- rispondere ad alcuni criteri, quali:
a) la possibilità di assicurare la presenza nella sede dell’Associazione almeno 2 volte l’anno per i
Consiglieri e almeno mensile per il Presidente;
b) la volontà di prendersi l’incarico di almeno 1 evento durante l’anno, da organizzare con l’aiuto di
tutto il Consiglio Direttivo e della Segreteria;
c) l’idoneità a ricoprire un ruolo di coordinamento di almeno uno dei settori in cui è suddivisa
l’Associazione (formazione, organizzazione eventi, web, studi e ricerche, ufficio stampa);
d) possibilità di diffondere le proprie azioni a livello locale nel proprio territorio di appartenenza.
La Segreteria si prende l’incarico di preparare una lettera per annunciare l’apertura delle candidature e la
futura votazione.
Ultima discussione viene fatta relativamente alla possibilità di affiancare una società di servizi
all’Associazione, che possa svolgere tutte le attività di gestione, ormai sempre crescenti, e prendersi
carico di tutte quelle azioni commerciali che l’Associazione non può svolgere a livello istituzionale. Ciò
consentirebbe all’Associazione di ampliare la gamma di eventi ed iniziative da proporre, senza doversi
occupare degli aspetti commerciali che non le competono e non possono riguardarle da Statuto.
L’Assemblea si dice favorevole a questo tipo di orientamento e si entra nello specifico di quale modalità
sia la migliore: fondare una società con socio unico l’Associazione; appoggiarsi a una società già
esistente, che curi alcuni servizi per il Forum Italiano Calce; creare una società mista a soci partecipati
tra il Forum Italiano Calce e altri soci. Si decide che la cosa migliore è lasciare questa materia a chi di
competenza, e quindi di interpellare un commercialista, che, sulla base delle attività degli anni
precedenti, possa ipotizzare la soluzione migliore. Si avanza l’idea di riparlarne in occasione del
ConvegnoCalce2010.
Non avendo altri argomenti su cui discutere e deliberare, previa lettura ed approvazione del presente
verbale, l’assemblea viene sciolta alle ore 12.00.


IL SEGRETARIO               IL PRESIDENTE

(Francesca M. Amato)      (Andrea Rattazzi)