Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Verbale Assemblea dei Soci 3 dicembre 2010

L’anno 2010 il giorno 03 del mese di Dicembre alle ore 11.00 si è riunita l’assemblea ordinaria degli associati,in prima convocazione, della Associazione Forum Italiano Calce.

L’assemblea è stata convocata presso i locali del museo Castromediano, via Gallipoli n°28 a Lecce, in occasione del ConvegnoCalce2010. Questo l’ordine del giorno:

 

1) Bilancio attività 2010 e prospettive 2011;
2) Ammissione soci anno 2010;
3) Elezioni del Consiglio e relative Cariche Associative;
4) Varie ed eventuali.


Il Presidente dell’Associazione, Andrea Rattazzi, prende la parola per ringraziare il prezioso impegno dei propri soci e delle Istituzioni che hanno deciso di patrocinare e sostenere l'iniziativa Convegno Calce 2010. Ringranzia, poi, tutto il comitato direttivo e in particolare la segreteria per il continuo e proficuo impegno mostrato nell’organizzare, promuovere e gestire eventi e attività che sono state svolte con grande successo e che hanno contribuito nell’anno 2010 ad accrescere ancora di più la visibilità e la credibilità dell’Associazione. Il presidente si dice molto soddisfatto della continua crescita del Forum, testimoniata dalle innumerevoli mail che ogn igiorno intasano la casella di posta e dalla crescita del numero dei visitatori del sito internet. Espletate le formalità di rito e verificata la presenza di n°14 soci ordinari (vedi allegato) e n°7 del consiglio direttivo, nelle persone di: Andrea Rattazzi (Presidente) Michele Macchiarola (vice Presidente) Stefano Damiola (consigliere) Daniela Maisano (consigliere) Fabio Fratini (vice presidente) Costantino Polidoro (consigliere) il Dottor Andrea Rattazzi spiega all’assemblea che la procedura da impiegare per l’approvazione dei punti all’ordine giorno è per alzata di mano. Dichiara, quindi, l’assemblea validamente costituita e chiama a fungere da segretario verbalizzante il consigliere Daniela Maisano. Prende, poi, la parola il consigliere Costantino Polidoro, che illustra i punti all’ordine del giorno.


1) Bilancio attività 2010 e prospettive 2011 Si evidenzia la notevole crescita del bilancio delle attività rispetto
all’anno precedente. Quindi si procede con l’approvazione il bilancio e gli atti ad esso correlati.
2) Ammissione soci anno 2010 Il consigliere Costantino Polidoro informa del numero dei nuovi interessati a far parte del Forum Italiano Calce, che nei mesi da giugno a dicembre 2010 hanno chiesto di diventarne soci
(40 in tutto). L’Assemblea procede con l’accettazione per alzata di mano della loro richiesta e quindi con la loro ammissione. 3) Elezioni del Consiglio e relative Cariche Associative Il consigliere Costantino Polidoro procede nel presentare all’assemblea la lista delle persone che hanno avanzato la propria candidatura per il consiglio direttivo che rimarrà in carica per il triennio 2011_2014:


1) Andrea Rattazzi (per la carica di Presidente)
2) Michele Macchiarola (per la carica di vice Presidente)
3) Fabio Fratini (per la carica di vice Presidente)
4) Francesca Amato (per la carica di consigliere)
5) Elena Broggi (per la carica di consigliere)
6) Stefano Damiola (per la carica di consigliere)
7) Daniela Maisano (per la carica diconsigliere)
8) Costantino Polidoro (per la carica di consigliere)
9) Stefano Trentini (per  a carica di consigliere entrante)
10) Franco Saladino (per la carica di consigliere)

11) Rita Vecchiattini (per la carica di consigliere)
Procede, quindi, nel presentare i profili e le motivazioni degli aspiranti membri che, non presenti all’assemblea, hanno fatto richiesta di candidatura (Elena Broggi, Francesca Amato, Stefano Trentini, Rita Vecchiattini) e successivamente invita i presenti a fare lo stesso*. L’Assemblea procede con l’accettazione per alzata di mano della lista presentata e discussa. *(vedi allegato delle candidature) 4) Varie ed eventuali Si chiede poi ai soci di avanzare ipotesi su alcune discussioni da inserire nelle Varie ed eventuali. Alcuni chiedono che si faccia un breve riepilogo delle attività in previsione. Il Presidente illustra date e appuntamenti previsti per il periodo l’anno 2011. In  particolare si discute sulla sede del prossimo ConvegnoCalce 2011 e sulla possibilità di organizzare l’evento nella capitale, dove risiedono due dei nostri soci più fedeli: Sammartino Maria Pia e Visco Giovanni, entrambi docenti all’Università La Sapienza.
Prende la parola Visco Giovanni che illustra all’assemblea la possibilità di avere degli spazi ad uso gratuito all’interno dell’ateneo. Prosegue, poi, dicendo che organizzare il convegno all’interno di un’università prestigiosa, come la
Sapienza, comporterebbe una massiva adesione non solo di studenti, ma anche di ricercatori e studiosi. Suggerisce, inoltre, di coinvolgere enti pubblici di prestigio come l’ICROMM (International Centre for the Study of the Preservation and Restoration of Cultural Property) l’ICR (Istituto per la Conservazione e il restauro)  e la Soprintenze locali, con i quali ha già dei contatti di lavoro. Interviene, poi, il socio Ilaria Pecoraro che d’accordo con il Prof.Giovanni Visco, sulla scelta della sede del ConvegnoCalce2011, suggerisce di coinvolgere anche la SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHITETTONICI E DEL PAESAGGIO per lo studio e il restauro dei monumenti
(Giovanni Carbonara). La socia, che insegna come docente in quell’ateneo, si propone come intermediario” tra la Scuola e il Forum Italiano Calce e offre la sua disponibilità per curare gli aspetti logistici del convegno. Prosegue poi, lanciando la proposta di istituire, all’interno del Forum Italiano Calce, delle sezioni Regionali dove un coordinatore, che viene delegato dal Consiglio Direttivo, esplica a livello territoriale tutte le funzioni atte a garantire il perseguimento delle finalità statutarie dell'Associazione. La socia sostiene che ciò è necessario, avendo constatato che nel presente convegno vi è stata scarsa adesione da parte di professionisti e di studiosi locali. Rattazzi a tal
proposito, interpella il socio Renato Covino per chiedere delucidazioni su come sono regolamentate le Sezioni Regionali dell’Associazione AIPAI, di cui è il Presidente. Il Dott. Covino spiega che la Sezione Regionale dell’AIPAI è validamente costituita in presenza di un numero non inferiore a 5 (cinque) soci, regolarmente iscritti all'Associazione, e dopo l'approvazione del Consiglio Direttivo. Ogni Sezione Regionale elegge un coordinatore, un segretario e un tesoriere. Il coordinatore fa parte di diritto del Consiglio Direttivo dell'Associazione: sono considerati aderenti alla Sezione Regionale i soci residenti nella stessa regione e quelli che ne danno esplicita indicazione. Il coordinatore della Sezione Regionale, che è delegato dal Presidente, ha l’obbligo di presentare annualmente al Presidente nazionale il rendiconto regionale dell’attività svolte, al finedi consentirne integrazione nel bilancio consuntivo nazionale. Le Sezioni Regionali, prosegue Covino, sono dei soggetti molto importanti perché consentono di facilitare “operazioni di rete” con enti pubblici e soggetti privati locali, altrimenti non raggiungibili dall’Associazione. Terminato l’intervento del socio Covino, il Presidente Rattazzi lo ringrazia per i preziosi consigli forniti e prosegue illustrando un progetto che stabilisce un rapporto stretto di collaborazione con il “novello” Forum Iberico de la Cal (FICAL):
si accresce così la rete europea di associazioni che si occupano di divulgare e promuovere a livello internazionale questo antico e prezioso materiale.
Collegialmente, poi, si discute sulla necessità di ampliare i settori di intervento del Forum estendendoli ad altri più vergini, come ad esempio quello della Bioedilizia, ambito in cui molto soci hanno espresso il desiderio che l’associazione organizzasse più eventi e attività. Si argomenta, poi, anche sul fatto che spesso le attività del Forum non rappresentano tutte le categorie dei soci, in particolare quelle dei produttori o degli artigiani. Il consiglio direttivo prende atto delle critiche costruttive e si  mpegna a rivolgere maggiore attenzione a queste categorie alle quali a sua volta chiede maggiore collaborazione e partecipazione per soddisfare  e  oro aspettative. Non avendo altri argomenti su cui discutere e deliberare, l’assemblea viene sciolta alle ore 12.00.

Andrea Rattazzi

Presidente del Forum Italiano Calce