Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Pavimento pastellone

Il pastellone è un pavimento a base di grassello di calce, aggregati locali, pozzolana e polvere ottenuta da coppi e laterizi frantumati che incrementano la resistenza meccanica. Si tratta di una tecnica già in uso ai tempi dei Romani, di probabile derivazione fenicia, con applicazioni in tutta l’area mediterranea.

I Romani hanno utilizzato il cocciopesto e la pozzolana con il grassello di calce e altri aggregati in maniera estensiva per impermeabilizzare cisterne, acquedotti, come sottofondo stradale. Può avere colorazioni che vanno dal giallo ocra al rosso chiaro a seconda del colore dei laterizi impiegati, delle pozzolane e degli aggregati utilizzati nel mix della malta.
E’ un materiale ideale per applicazioni di bioarchitettura perché naturale al 100%. Di pregevole effetto estetico, la malta può essere preparata in cantiere anche con aggregati locali.
Il legante utilizzato è il grassello di calce, il più antico e apprezzato dei leganti utilizzati dall'uomo per edificare, decorare e proteggere le sue costruzioni.
Dopo decenni di abbandono e di uso quasi esclusivo di prodotti cementizi, il recupero della tecnologia tradizionale nella produzione e utilizzo della calce è oggi un’esigenza condivisa da un numero sempre crescente di specialisti impegnati nel campo del restauro, dell’architettura compatibile e dell’edilizia di qualità
.

Il corso ‘Il Pavimento Pastellone’ è strutturato per offrire una panoramica esaustiva sull’utilizzo molteplice della calce e, in particolare, del suo impiego nelle pavimentazioni naturali.
Il corso si svolge in due fasi. Nella prima fase si realizzerà il massetto di circa 6 cm di spessore, nella seconda fase a stagionatura della malta avvenuta verrà realizzata la finitura a pastellone.

Per info sulle date dei prossimi corsi consulta il nostro calendario eventi.