Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Voci Glossario A-L

 Voci del Glossario della Calce dalla lettera A alla  L

 

Accelerante materiale in grado di ridurre i tempi di presa e/o indurimento di un legante
Acqua di calce soluzione limpida, satura (o soprasatura) di idrossido di calcio
Additivo prodotto aggiunto in piccole quantità ai componenti essenziali di un impasto (legante, aggregato e acqua) allo scopo di modificare o ottenere talune proprietà allo stato fresco e/o allo stato indurito
Aerante materiale in grado di introdurre aria nelle malte in fase di formulazione. La grandezza e la distribizione delle bolle d'aria all'inteno del'impasto influenza talune proprietà delle malte indurite, ad esempio la resistenza ai cicli di gelo/disgelo
Aereo carattere di un legante che fa presa all'aria, ovvero, nel caso di una calce, per reazione con l'anidride carbonica presente nell'aria
Aggiunta materiale finemente suddiviso o fibroso usato nelle malte allo scopo di migliorare determinate proprietà fisico-meccaniche.
Affresco (a fresco) tecnica che consiste nell'applicazione di pigmenti dispersi in acqua su un intonaco fresco (non carbonatato)
Aggregato materiale lapideo granulare sciolto (sabbia, ghiaia, pietrisco) utilizzato in edilizia come ossatura portante delle malte, calcestruzzi ecc. Nella fabbricazione delle malte l'aggregato consente di aumentare la resistenza meccanica del legante, impedire la formazione di crepe da ritiro e ridurre il costo finale del prodotto
Anidride carbonica biossido di Carbonio (CO2), gas di natura debolmente acida presente nell'aria in quantità di 350-400 ppm in volume
Arriccio uno dei tre strati costituenti la parte più esterna del rivestimento superficiale delle murature. Ha la funzione di assorbire gli assestamenti del muro durante l'essiccazione della malta e di creare una superficie di preparazione sufficientemente regolare per stendere gli strati successivi
Aragonite forma mineralogica rombica del carbonato di calcio (CaCO3), meno frequente della calcite
Bagnolo piano di legno leggermente inclinato e dotato di sponde dove la calce viva, in zolle, viene bagnata per essere idratata
Basico si definisce basico un prodotto avente pH > 7
Bianco di calce carbonato di calcio, utilizzato come pigmento bianco.
Bottacciolo difetto dell'intonaco causato da un granulo di calce o di magnesia non spento nella malta: con il tempo il granulo finisce di idratarsi e si rigonfia determinando la formazione di un piccolo cratere.
Buca della calce o fossa vasca scavata nel terreno, rivestita o meno in legno, dove viene conservato il grassello di calce, durante l'invecchiamento e prima di essere impiegato. Nel sistemi di spegnimento più evoluti è in collegamento con il bagnolo, dove avviene l'estinzione della calce viva
Calcare roccia sedimentaria consistente nella maggior parte di carbonato di calcio (CaCO3) e/o carbonato di calcio e magnesio (CaMg(CO3)2 dolomite)
Calcare dolomitico calcare contenente dal 75 al 90% di dolomite (CaMg(CO3)2).
Calcare magnesiaco calcare contenente dal 10 al 74% di dolomite (ossia dal 5 al 35% di carbonato di magnesio
Calce secondo la norma UNI EN 459-1  ‘Termine generale che include forme fisiche e chimiche di differenti varietà in cui si può presentare l'ossido e l'idrossido di calcio e di magnesio'
Calce aerea legante a base di idrossido di calcio ed eventualmente di magnesio (calce spenta) che indurisce lentamente all'aria reagendo con l'anidride carbonica atmosferica. Non indurisce sott'acqua perché non possiede proprietà idrauliche.
Calce calcica (CL) calci costituite prevalentemente da ossido e idrossido di calcio, senza aggiunta di materiali idraulici o pozzolanici
Calce dolomitica (DL) calci costituite prevalentemente da ossido di calcio e magnesio e idrossido di calcio e magnesio, senza aggiunta di materiali idraulici o pozzolanici
Calce grassa calce viva con resa in grassello di 2,5 kg/dm3
Calce idrata (S) prodotto in polvere ottenuto dallo spegnimento della calce viva il cui componente principale è l'idrossido di calcio (Ca(OH)2) o una mescolanza di idrossido di calcio e idrossido magnesio. La quantità d'acqua di spegnimento copre appena il fabbisogno della reazione chimica per cui il prodotto presenta un tenore di umidità irrilevante.
Calce idrata fiore calce idrata ottenuta da una calce grassa
Calce idraulica calce da costruzione a indurimento prevalentemente idraulico. La sua idraulicità è data dalla presenza di idrauliti nei calcari usati come materia prima (calce idraulica naturale) o dall'aggiunta di sostanze pozzolaniche (calce idraulica artificiale)
Calce magra calce viva con resa in grassello >1,5 kg/dm 3 e <2,5 kg/dm3
Calce spenta designazione per calce idrata
Calcestruzzo impasto ottenuto con sabbia, ghiaia o pietrisco e legante, il termine deriva dal latino calcis structio =struttura di calce.
Calce viva (Q) materiale inorganico a base di ossidi di calcio (CaO) e/o di magnesio (MgO) ottenuto per cottura ad alta temperatura di rocce calcaree.
Calcina termine arcaico con cui veniva, e a volte tuttora viene indicata, la calce spenta e anche la malta confezionata con essa.
Calcinaio vasca o fossa nella quale si spegne la calce viva per trasformarla in grassello
Calcinarolo vedi bottaccioli; il termine è stato impiego altresì per indicare la persona che produceva la calce ovvero per il proprietario della fornace
Calcinazione trattamento termico a una temperatura opportunamente elevata (750- 1100 °C ) per la trasformazione del calcare in calce viva.
Calcite in forma mineralogica trigonale del carbonato di calcio (CaCO3) componente principale del calcare.
Calore di idratazione energia sviluppata dalla reazione di idratazione della calce
Carbonatazione reazione chimica che ha luogo quando la calce spenta si combina con l'anidride carbonica presente nell'atmosfera per formare carbonato di calcio (CaCO3) ed eventualmente di magnesi (MgCO3).
Carbonato di calcio sale inorganico di formula chimica CaCO3
Cavillature fessure di ampiezza inferiore ad 1 mm, disposte a ragnatela, in genere superficiali e determinate dal ritiro della malta da intonaco
Ciclo della calce è il processo ciclico che, a partire dal calcare porta successivamente, attraverso la sua cottura ad ossido (calce viva), all'idratazione ad idrossido (calce spenta) e alla sua carbonatazione, alla riformazione del carbonato di partenza.
Cocciopesto rammenti e polvere di mattone, terracotta, tegole ecc. utilizzati nella fabbricazione delle malte, per la loro azione pozzolanica e a volte anche per conferire un colore caratteristico.
Coefficiente di resistenza al passaggio di vapore esprime di quanto la resistenza al passaggio di vapore di un certo materiale è superiore a quella dell’aria a parità di spessore e temperatura, tenuto conto, per l’aria di un valore μ=1.
I materiali con valori e più bassi, a parità di spessori applicati, sono quelli con migliore traspirabilità.
Conducibilità termica misura del flusso di calore che attraverso un provino standardizzato di materiale.
Crema di calce dispersione densa di idrossido di calcio con concentrazione di solido indicativa di circa 270- 350 g di Ca(OH)2 per litro.
Crettatura problema degli intonaci che si fessurano a mo' di tela di ragno. È generalmente legata a un eccesso di legante e/o di acqua d'impasto
Dolomite (dolomia) roccia carbonatica a base di carbonato doppio di calce e magnesio (CaMg(CO3)2) in cristalli trigonali.
Dolomitico indica la presenza del 75-90% di dolomite (ovvero di 35-45% di carbonato di magnesio) nel calcare da cui il materiale deriva.
Durabilità capacità di un materiale di resistere nel tempo all'azione degradativi, all'attacco chimico-fisico da parte degli agenti esterni.
Durezza resistenza che un prodotto oppone a diverse sollecitazioni meccaniche, quali, abrasione, scalfittura e graffiatura.La durezza si misura secondo la scala Mohs.
Efflorescenza formazione di colore generalmente bianco proveniente da alcuni sali solubili che cristallizzano sulla superficie di un manufatto
Emulsione sistema eterogeneo costituito da particelle liquide (fase dispersa) disperse in modo uniforme in un liquido con esse non miscibile (fase disperdente).
Estinzione operazione che consiste nell'idratazione della calce viva per ottenere calce spenta. Secondo la quantità di acqua messa a contatto con la calce si ottiene calce idrata in pasta (grassello) o in polvere  (calci idrata).
Fenoftaleina indicatore acido-base. La soluzione che la contiene è incolore se è acida e  rosso-violetta. E’ spesso utilizzata per verificare lo stato di carbonatazione delle malte di calce
Fissativo sostanza (spesso organica) che contribuisce a fissare e a legare i pigmenti in una pittura a calce .
Granulometria misura che permette di ottenere la ripartizione delle differenti dimensioni dei granuli che costituiscono un aggregato
Idrato di calce vedi idrossido di calcio
Idraulico riferito a un legante indica che il processo di indurimento avviene in conseguenza a reazioni e a processi di idratazione dei composti (silicati e alluminati di calcio) idraulici, a formare silicati e alluminati idrati stabili all'acqua aventi proprietà cementanti
Idrossido di calcio composto chimico di formula Ca(OH)2 , poco solubile in acqua con reazione fortemente basica (pH » 12,5); nome del minerale è portlandite
Igroscopico caratteristica di vari materiali, consistente nella capacità di assorbire umidità dall'aria.
Indurimento trasformazione fisico-chimica conseguente alla carbonatazione (leganti aerei calcici) o all'idratazione (leganti aerei solfatici e leganti idraulici) che conferisce consistenza litoide e resistenza meccanica ai conglomerati e alle paste.
Inerte termine improprio (in disuso) per designare l'aggregato
Lavorabilità capacità di certi impasti di essere miscelati e omogeneizzati, di mantenere una sufficiente coesione per essere manipolati, trasportati e messi in opera con facilità.
Latte di calce sospensione diluita dell'idrato di calcio in acqua, si ottiene con lo spegnimento della calce viva con notevole eccesso d'acqua o per miscelazione della calce idrata in polvere con acqua o per diluizione del grassello di calce per ottenere una dispersione dalla consistenza e dall'aspetto del latte vaccino
Legante materiale capace di assicurare legami stabili tra i diversi componenti, altrimenti sciolti

E se non trovi il termine che cerchi?
Utilizza questo form e proponi il termine mancante con o senza la sua definizione.
Avrai l'opportunità di partecipare all'incremento dei termini del glossario. Il termine da te consigliato verrà inserito e sarà di aiuto agli membri della community.