Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

25-27 Settembre 2015-Corso Di finiture decorative in cocciopesto - Cercivento (UD) CARNIA

 

L'alta val di Blut, nella cornice incontaminata delle alpi Carniche in Friuli, ospiterà in corso dedicato al cocciopesto organizzato dalla Rete Solare per l'Autocostruzione e dal Forum Italiano Calce. Il laboratorio si svolgerà dal 25 al 27 settembre 2015 in un edificio in corso di ristrutturazione secondo gli standard sia Casaclima nonché Passivhaus. L'edificio fa parte di un progetto generale di riqualificazione architettonica a destinazione abitativa e/o di “Albergo diffuso”di cui tra circa 15 vecchi edifici sono ristrutturati al fine di raggiungere tra l’altro bassissimi consumi energetici. Durante il corso verranno eseguite una serie di finiture in cocciopesto con diverse tecniche e materiali. Con il patrocinio del Comune, dell’Albergo Diffuso “Borgo Soandri” e della Pro loco di Sutrio all’interno delle iniziative settembrine ruotanti attorno alla manifestazione “Magia del legno” 2015.

 

Il cocciopesto è un intonaco di origine fenicia molto utilizzato poi in epoca romana per cisterne, terme, acquedotti, sottofondi di strade e pavimenti. Il cocciopesto tradizionale è composto da grassello di calce naturale e frammenti di laterizio frantumati: l’argilla conferisce proprietà idrauliche e l’intonaco così preparato è adatto anche per applicazioni in esterno e se opportunamente trattato è resistente all’acqua. Per le sue proprietà traspiranti ed igroregolatrici è ideale nel trattamento dei muri umidi. La sua buona resistenza meccanica lo rende adatto ad impieghi strutturali e nell'esecuzione di pavimenti. E’ un materiale 100% naturale, economico e utilizzabile in bioarchitettura.

 

Il laboratorio è caratterizzato come sempre da una preponderante parte pratica. Si analizzeranno le caratteristiche della calce, le varie miscele in cocciopesto a seconda degli utilizzi, i dosaggi e la reperibilità dei materiali. Durante il laboratorio, dopo una prima introduzione teorica, si partirà dalla preparazione delle miscele,  la loro applicazione ed infine la protezione di finitura. Su alcuni muri di uno spazio laboratorio verranno eseguite diverse finiture in cocciopesto: intonachino “normale”, con effetti decorativi, cocciopesto impermeabile, intonachino con paglia, tecnica decorativa graffito, intonachino con colorazione ad affresco ecc. Si utilizzeranno esclusivamente materiali naturali, tra cui un grassello di calce aerea stagionato, cocciopesto ottenuto da mattoni pieni e terre naturali.

 

Il corso si svolgerà sotto la guida di Danilo Dianti, maestro con esperienza pluriventennale nell’uso di tinte e intonaci naturali Daniela Re, architetta specializzata in risparmio energetico e calci naturali, Stefano Damiola, geometra e costruttore edile, membro del consiglio direttivo del Forum Italiano della Calce, esperto nella produzione e uso della calce in edilizia. Il corso è aperto ad artigiani, professionisti o interessati con buone capacità manuali. Alla fine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione.


ARTICOLAZIONE DEL LABORATORIO

 

VENERDI ore 9:00 – 18:00

Presentazione del corso e parte teorica sul ciclo della calce. Preparazione delle miscele a base di cocciopesto.

SABATO ore 9:00 – 18:00

Applicazione dell'intonachino

DOMENICA ore 9:00 – 17:00

Applicazione dell'intonachino, protezione con sapone. Parte teorica finale.

 


Informazioni logistiche

 

Il laboratorio dura da venerdì mattina a domenica pomeriggio. Il corso costa 170 euro iva inclusa. All’interno della struttura sono disponibili gratuitamente alcune sistemazioni semplici (con sacco a pelo e/o materassino) o in alternativa si può soggiornare presso una delle molte strutture ricettive presenti nei dintorni. Il luogo è raggiungibile usufruendo dei pullman di linea della SAF (www.saf.ud.it) con partenza da Tolmezzo e con collegamento a cadenza oraria con la stazione dei treni di Udine


Per informazioni e iscrizioni:

 

Per informazioni ed iscrizioni : arch. Andea Boz, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – Per informazioni

 

tecniche: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Siti delle associazioni www.autocostruzionesolare.it e www.forumcalce.it